Rubrica

Buongiorno, Dottoressa. Sono Andrea e ho 47 anni. Da circa un paio di anni sento che la mia vita è cambiata, mi sento diversa, sento che sono molto meno entusiasta della vita. Sono sempre stata una donna abbastanza attiva, dinamica, positiva sia lavorativamente che personalmente.

Ho tre figli, ormai grandi e autonomi, eppure sembra come se non fossi realmente soddisfatta di me stessa. Alcune volte cerco di darmi delle risposte ma non riesco a capirmi davvero. La mia autostima si è abbassata e quello che facevo prima ora mi risulta difficile anche pensare di farlo.

Cosa posso fare per riprendere in mano la mia vita? Cosa posso fare per capirmi?

La ringrazio per i suoi consigli e per quello che ci trasmette.

 

Ciao, Andrea. Per prima cosa, credo sia importante dire che ogni fase della vita è diversa da quella precedente, quindi bisogna capire che le situazioni, le esigenze e le priorità cambiano con il tempo.

Noi stessi cambiamo con il tempo, ci adattiamo alle situazioni, miglioriamo noi stessi e impariamo ad essere “diversi” da quello che eravamo. Non è sicuramente un male se accettiamo come miglioramenti i nostri cambiamenti.

Per “riprendere” in mano la tua vita, come hai scritto nella mail, devi ricominciare a piacerti, devi ricominciare a vedere in te la persona dinamica e positiva quale eri, solo che ora i tuoi tempi sono diversi da prima.

Devi osservare te stessa, riconoscere le tue emozioni positive e iniziare ad amarti e apprezzarti per quello che sei, non per quello che eri.
Vivi il presente e trova il meglio in ciò che fai.

Sicuramente questo ti porterà a ritrovare o a riconoscere una donna diversa, ma i cambiamenti non sono mai negativi se “NOI” li vediamo in un ottica positiva.

Quindi riprenditi la tua vita semplicemente osservandola e vivendola.

Torna alle rubriche >>